Criteri di scelta dei guanti protettivi in lattice ambidestri: caratteristiche, prodotti, prezzi

1
1000 guanti in Nitrile senza polvere, senza lattice, ipoallergenici, certificati CE conforme alla...
1000 guanti in Nitrile senza polvere, senza lattice, ipoallergenici, certificati CE conforme alla...
R MOVE
1000 guanti in Nitrile senza polvere, senza lattice, ipoallergenici, certificati CE conforme alla...
1000 guanti in Nitrile senza polvere, senza lattice, ipoallergenici, certificati CE conforme alla...
CONTENUTO SPEDITO: 1000 Guanti (10 box da 100 guanti))In NITRILE taglia L - MISURE GUANTO: larghezza...ADATTO AL CONTATTO CON ALIMENTI : presente il simbolo del “BICCHIERE e FORCHETTA” che ne attesta...CERTIFICATO CE: prodotto conforme alla normativa Europea CE 2777 certificato rilasciato dall’ente...

Per molte faccende della nostra quotidianità può tornare decisamente utile avere a disposizione dei guanti protettivi in lattice usa e getta, in grado di aiutarci per lavori di bricolage, fare la spesa o assistere un degente in casa. Come scegliere i guanti protettivi? I criteri da tenere in considerazione non sono molti, giacché dal punto di vista qualitativo sappiamo che il lattice è un materiale che consente di avere un ottimo livello di sensibilità tattile, elasticità, flessibilità, impermeabilità e resistenza. Dunque indipendentemente dalla marca sappiamo che avremo a che fare con un prodotto di qualità certificata: e allora quali sono gli aspetti che fanno la differenza?

Scegliere la taglia

Innanzitutto i guanti in lattice monouso sono ambidestri, e in vendita vengono commercializzati in diverse taglie a seconda della circonferenza della mano: tali taglie vengono espresse in lettere o numero equivalente in base al seguente schema classificatorio

  • XS o 6
  • S o 7
  • M 0 8
  • L o 9
  • XL o 10
  • XXL o 11

A ognuno di essi corrisponde una circonferenza in centimetri indicativa. Tra gli esperti c’è chi suggerisce di acquistare un modello, se non proprio perfettamente calzante con la misura della propria mano, di una taglia più piccola, per avere comunque una perfetta manualità senza incorrere in una eventuale perdita di elasticità del guanto, che può accadere se trascorre molto tempo tra l’acquisto della confezione e l’effettivo utilizzo del prodotto.

Come calcolare la dimensione della mano

La scelta della taglia presuppone una conoscenza della dimensione della propria mano che non tutti hanno. C’è chi va per approssimazione sfruttando magari un guanto da cucina standard per desumere la taglia, ma il metodo migliore è prendere un metro flessibile tipo quello da sarta, e compiere le seguenti operazioni:

  1. Mettere la mano aperta unendo le dita, lasciando separato il pollice dal resto delle dita, e aprite la mano
  2. Avvolgete il metro a nastro attorno alla mano sopra le nocche
  3. Fare un cerchio intorno alla mano lasciando fuori il pollice

Si va dai 18-19 centimetri della dimensione XS fa salire, ino agli oltre 25 centimetri della taglia XXL per chi ha mani molto grandi. Quanto alla lunghezza, i guanti in lattice usa e getta solitamente arrivano fino alla base del polso, ma esistono anche modelli più lunghi fino al braccio o all’avambraccio, ma solitamente sono utilizzati per compiere lavori in settori molto specifici che richiedono maggiore protezione.

La polvere

Oltre che ambidestri, i guanti protettivi in lattice hanno la peculiarità di presentarsi con o senza polvere. Qual è la differenza? Si tratta di amido di mais che serve a facilitare la calzatura e permette di contrastare l’effetto umidità per chi soffre di eccessiva sudorazione ai palmi delle mani. Tuttavia è bene specificare che

rispetto a un tempo anche i guanti senza polvere oggi si possono indossare con discreta facilità pur risultando molto aderenti alla pelle, grazie ai progressi tecnologici che permettono di ridurre l’attrito. C’è poi uno svantaggio legato a possibili irritazioni alla cute e dermatiti che possono prodursi quando l’amido di mais si forma involontariamente sotto forma di micro-prismi che possono ferire la pelle. Di contro questo amido non ha effetto controproducente in chi è affetto da celiachia, consentendo quindi senza problemi anche la manipolazione dei cibi e un’ingestione accidentale della polvere.

Lo spessore

Il lattice è un materiale naturale derivante dall’albero della gomma, diffuso soprattutto nel sud-est asiatico, e i guanti che si producono con esso sono tendenzialmente sottili. Tuttavia in alcuni frangenti

rè possibile acquistare in commercio modelli che hanno una grammatura superiore, ossia u maggiore spessore, che talora si accompagna con zigrinature oppure superfici esterne del guanto lavorate con il cloro, che consentono una migliore presa, l’ideale per avere una buona sensibilità tattile anche in presenza di unto e grasso da maneggiare, oggetti scivolosi e via discorrendo.

La quantità

Un ultimo aspetto concernente i guanti protettivi in lattice monouso riguarda la quantità in confezione. Trattandosi di un materiale molto economico, una confezione standard può avere mediamente fino a 100 guanti ambidestri, ad un costo che di solito è compreso nella fascia tra 10 e 20 euro.

In alternativa vi sono confezioni più piccole con 10 paia, e quelle di formato maxi che possono arrivare a 1000 pezzi, ma per chi deve fare un uso non troppo intensivo dei guanti usa e getta va più che bene il quantitativo standard sopra descritto.

Come scegliere i migliori guanti ambidestri

Grazie a strumenti specifici come i comparatori on line è molto semplice trovare i migliori guanti protettivi in lattice ambidestri che possono fare al caso nostro per caratteristiche. Infatti questi siti specializzati sono risorse che permettono di

effettuare un confronto in tempo reale tra le offerte più allettanti in circolazione, utilizzando parametri come quelli descritti nei capitoli precedenti per stabilire il rapporto qualità-prezzo ottimale per qualsiasi utente e relative necessità di utilizzo. Acquistando on line invece che in farmacia o al supermercato i guanti usa e getta è possibile ottenere significativi risparmi e un veloce trasporto fino a casa del prodotto, risultando pertanto un’opzione molto conveniente.

Per chi fosse allergico al lattice ma avesse necessità di operare con dei guanti protettivi può optare senza indugio sui guanti in nitrile, un materiale sintetico anallergico di grande resistenza meccanica a strappi e perforazioni, e chimica anche contro agenti e solventi aggressivi, sebbene abbiano un costo superiore.

Conclusione

Con i criteri di scelta dei guanti protettivi in lattice ambidestri che abbiamo descritto nella nostra analisi sarà molto semplice e rapido trovare il prodotto che si desidera e che fa maggiormente al caso proprio. Bastano pochi accorgimenti sulla taglia e il materiale, con l’eventuale presenza o meno di polvere, per avere sempre a disposizione un prodotto utilissimo per le pulizie di casa, il giardinaggio, attività di bricolage o anche semplicemente andando a fare la spesa avendo la certezza di avere una barriera protettiva contro agenti patogeni vari oltre che contro graffi ed escoriazioni varie alla cute.

 

Sono editor e giornalista pubblicista, mi piace condividere la passione per la tecnologia e strumenti di uso quotidiano con altri utenti del web

Classifica dei Migliori Prodotti

1 1000 guanti in Nitrile senza polvere, senza lattice, ipoallergenici, certificati CE conforme alla...

1000 guanti in Nitrile senza polvere, senza lattice, ipoallergenici, certificati CE conforme alla...

  • CONTENUTO SPEDITO: 1000 Guanti (10 box da 100 guanti))In NITRILE taglia L - MISURE GUANTO: larghezza...
  • ADATTO AL CONTATTO CON ALIMENTI : presente il simbolo del “BICCHIERE e FORCHETTA” che ne attesta...
  • CERTIFICATO CE: prodotto conforme alla normativa Europea CE 2777 certificato rilasciato dall’ente...
Back to top
Scelta Guanti Protettivi